SCOPRI PRAIA SCOPRI

BENVENUTI A PRAIA A MARE

SINCE 1928

La Bellezza non vede l’ora di accogliervi. A vostra disposizione le colline più pittoresche di questo tratto di mare Tirreno, alcune fra le spiagge più belle d’Italia, estati temperate (temperatura media di 25,3°C) e inverni miti (10,6°C), l’isola di Dino con la sua lussureggiante macchia mediterranea e, nelle immediate vicinanze, il massiccio del Pollino col suo enorme Parco Nazionale.

SCOPRI PRAIA A MARE

RELAX

TRADIZIONE

AVVENTURA

STORIA

CUCINA

NATURA

PERSONE

LA STORIA

SINCE 1928

La Bellezza sorse millenni fa, in piena Magna Graecia, ed era un popoloso villaggio di pescatori e contadini sulle spiagge comprese fra i fiumi Noce e Lao. Pianure alluvionali e sedimenti rocciosi contribuivano già allora al fascino della costa.
Perché Praia? Le opinioni sono discordi. Secondo alcuni il nome deriverebbe da Plaga Sclavorum, cioè Spiaggia degli schiavi, per via dei traffici di merci e di uomini un tempo floridi lungo il Tirreno, mentre secondo altri da Plaga Slavorum, e cioè Spiaggia degli slavi, per la presenza in loco di una colonia di slavi appunto. Plaga a sua volta deriva molto probabilmente dal greco πλαγιά, plagia, cioè spiaggia.
Nell’Ottocento assunse la denominazione di Praia d'Aieta. Aieta era un Comune montano di cui Praia era la frazione marina prima di diventare autonoma nel 1928, cambiando nome una volta per sempre in Praia a Mare.
Da sessant’anni la città gode di un crescente sviluppo grazie alla sua notorietà come meta turistica geograficamente splendida, diversificata (comprende anche l’isola di Dino) e ottimamente attrezzata.